Studio Restauri Formica è composto da un Ufficio Tecnico che gestisce i cantieri di restauro architettonico e monumenti e da un Laboratorio per il restauro di opere trasportabili: tele, sculture e opere d’arte in genere.

L’Ufficio Tecnico offre servizi di:

Progettazione di interventi di restauro architettonico per privati ed enti pubblici

I progetti sono redatti da un coordinamento di architetti e restauratori, per garantire la massima competenza in ogni ambito dell’intervento. La progettazione dei restauri avviene sulla base della ricerca d’archivio, di un’attenta osservazione e conoscenza delle caratteristiche materiche e strutturali, accompagnata, se necessario, da indagini diagnostiche, affidate a importanti centri di ricerca. Il risultato di questo studio preliminare ed in particolare delle informazioni sull’uso nel tempo dell’edificio, costituisce la fondamentale base di partenza per la progettazione dei lavori per il riuso dell’edificio, in armonia con le richieste del cliente e le esigenze di tutela della competente Soprintendenza.

Direzione dei Lavori

Grazie ad esperienze maturate in importanti cantieri di restauro, il nostro organico tecnico è in grado di gestire, oltre ai rapporti con le competenti Soprintendenze, municipalità e servizi pubblici (energia, trasporto …), lavori che richiedano la presenza in cantiere di più imprese. Si redige la contabilità di cantiere per grandi appalti, privati e pubblici. Il costante aggiornamento in materia di sicurezza ci consente di organizzare il cantiere conformemente alle vigenti normative. La formazione e l’esperienza della nostra direzione dei lavori permette l’accurato controllo e la verifica delle lavorazioni più specifiche, nell’ambito del restauro

Esecuzione di interventi di restauro

Per gli interventi di restauro lo Studio si serve stabilmente di professionisti, cresciuti soprattutto nei cantieri diretti dallo Studio e dalle comprovate capacità. Oltre alla conoscenza acquisita nella formazione accademica ed affinata nella pratica, la collaborazione, che nasce dalla reciproca conoscenza e da una lunga collaborazione, consente un’efficace sinergia per il migliore risultato.

Rilievo del degrado

La conoscenza delle condizioni di un bene è il primo passo per la calibrazione e programmazione dell’intervento, per l’esecuzione di una perizia o per la stima del valore. Il rilievo del degrado costituisce una ‘fotografia’ che riassume visivamente lo stato di fatto dell’edificio. Si esegue tramite l’attenta osservazione del fenomeno e la ricerca delle cause che lo provocano, utilizzando, se necessario, prove diagnostiche. I risultati vengono poi concretizzati in Tavole del Degrado.

Rilievi di edifici

Il rilievo di un edificio non consiste solo nel suo ridisegno su carta. Lo studio della struttura rilevata consente di individuare l’origine di eventuali dissesti statici e la lettura morfologica permette la ricostruzione dell’evoluzione storica.


Il Laboratorio offre servizi di:

Restauro di opere d’arte contemporanea

L’abbandono delle tecniche tradizionali e l’utilizzo di materiali molto differenziati e, spesso, soggetti ad un rapido degrado e ad obsolescenza tecnologica impongono, nell’ambito degli interventi su opere contemporanee, un approccio teorico e modalità di intervento che si differenziano nettamente dalle pratiche consolidate dalla tradizione ed esigono una profonda conoscenza dell’intenzionalità dell’artista e delle caratteristiche materiche dell’opera.
La formazione di base degli operatori ed il costante aggiornamento sulle modalità di intervento più recenti, unite ad una vasta esperienza su opere in materiali molto differenziati, consente di intervenire in modo corretto ed efficace su vasti ambiti della produzione contemporanea.
Ogni restauro è corredato da documentazione fotografica e, se necessario grafica, dell’opera prima, durante, dopo l’intervento.

Restauro di opere d’arte tradizionali

L’intervento su opere, realizzate secondo i canoni ed i materiali della tradizione, si basa su un’approfondita conoscenza delle tecniche e dei materiali utilizzati nei secoli, conoscenza che consente di scegliere i metodi di intervento più efficaci e, nello stesso tempo, rispettosi delle caratteristiche originali, della storia e del passaggio del tempo.
Gli interventi su opere tutelate vengono svolti sotto il controllo della competente Soprintendenza.
Ogni restauro è corredato da documentazione fotografica di tutte le fasi dell’intervento.

Restauro di gioielli

Dal 2015 il Laboratorio si occupa di interventi su gioielli e manufatti in materiali preziosi, con interventi sia sul metallo che sugli inserti di pietre dure o preziose.

Saldatura di opere d’arte in metallo

Si eseguono saldature, differenziate in rapporto al metallo o alla lega, con tecniche di precisione, a filo continuo o a elettrodo.
Nel caso di interventi su opere d’arte, la saldatura viene poi revisionata e perfezionata dai restauratori per ottenere una finitura che ricomponga l’unità di lettura dell’opera, nel rispetto delle modalità di lavorazione originale.

Calchi

Si eseguono calchi di opere, sia per ottenere copie sia per la fusione

Progettazione e fornitura di teche

Il laboratorio dispone di tecnici per la progettazione e la realizzazione di teche in vari materiali e forme, impostate in modo da ottenere una collocazione sicura e stabile dell’opera d’arte che viene posizionata nella teca dai restauratori che ne verificano il corretto alloggiamento.
Le modalità di esecuzione delle teche variano in rapporto alla dimensioni, ai materiali dell’opera, alle esigenze di esposizione e conservazione; sono sempre improntate all’uso di sistemi che garantiscano la reversibilità della collocazione dell’opera e, nello stesso tempo, la sua stabilità.

Condition report di opere d’arte

Il rapporto sulle condizioni dell’opera è fondato su un’indagine sulle modalità di lavoro dell’artista e sulla storia dell’opera, per quanto ricostruibile con una ricerca sul pubblicato e mediante contatti con Fondazioni ed archivi, con l’artista stesso o suoi collaboratori. Il rapporto documenta le condizioni di conservazione del manufatto, sulla base delle caratteristiche di esecuzione e dei materiali, per quanto leggibili in luce naturale, radente e ad UV. Può essere corredato, a richiesta, da analisi di laboratorio.

Restauro di reperti archeologici

Il laboratorio effettua interventi di restauro di manufatti archeologici per incarico di Musei, sotto il controllo della competente Soprintendenza.
L’intervento è preceduto da un’attenta osservazione delle caratteristiche materiche, delle tracce di interramento o del luogo di giacitura, dei prodotti di corrosione e delle modalità di esecuzione.
La rimozione del terreno di giacitura e dei prodotti di corrosione è eseguita con estrema cura per individuare e conservare eventuali tracce di materiali degradati quali cuoio, legno, tessuto che devono essere puliti, consolidati e conservati quali importanti testimonianze del contesto in cui si trovava il manufatto. La pulitura sarà sempre modulata in modo da rimuovere i prodotti di corrosione e ridare leggibilità al reperto, conservando però le tracce le patine intenzionali e/o stabili, segno del passaggio del tempo e della storia dell’oggetto.
Se necessario alla corretta conservazione ed esposizione del reperto, possono essere eseguite strutture portanti che garantiscano un corretto sostegno, completamente reversibile.
Ogni fase dell’intervento viene documentata e sono compilate schede con l’indicazione delle tecniche, dei materiali utilizzati ed i riferimenti alla documentazione fotografica.
Dopo l’intervento, i reperti sono conservati in contenitori con materiali che controllino il microambiente e impediscano la formazione di nuovi attacchi corrosivi.